“Potete fermare me, non la coscienza della gente che ricorderà anche in futuro quello che sta accadendo oggi”. Lo scrive sul profilo facebook Piero Savona, candidato sindaco di Trapani del Pd, rimasto solo in corsa al ballottaggio dopo l’esclusione di Mimmo Fazio che ha scelto di non presentare la lista degli assessori. Savona invita agli elettori a recarsi alle urne dopo aver presentato ricorso alla commissione elettorale ritenendo illegittimo che l’elezione del sindaco, nell’insolito caso di Trapani, sia legata al raggiungimento di un’affluenza del 50% degli aventi diritto al voto. Domani pomeriggio (lunedì 19 giugno) nella sede del comitato elettorale di Savona, in via Giovanni Bosco (Palazzo Hotel Crystal) interverranno due esponenti del Pd a sostegno di Savona: il vice presidente della Camera, Roberto Giachetti, e il sottosegretario alla Salute Davide Faraone

Un appello al voto arriva anche dal vice segretario nazionale del Pd Lorenzo Guerini “A causa di inaccettabili giochi di potere sulla pelle dei cittadini la città di Trapani rischia di restare senza una amministrazione democraticamente eletta. Si tratta di una cosa inaccettabile”.

“Per questo faccio appello a tutti gli elettori trapanesi di qualsiasi idea politica e di qualsiasi schieramento: fate un gesto d’amore verso la vostra città e andate a votare domenica 25 giugno. Non lasciate che passi la strategia di chi vuole la paralisi amministrativa per interessi che certamente non sono quelli di Trapani e dei trapanesi”.
“Agli elettori del Pd e dei nostri alleati – conclude -l’invito è naturalmente a votare Savona che non è solo espressione del Pd ma di un nuovo modo di concepire l’amministrazione guardando ai territori e ai loro interessi per lo sviluppo”