Mercoledì prossimo, 24 maggio, alle 14, la Commissione Antimafia presieduta da Rosy Bindi, ascolterà il prefetto di Trapani Giuseppe Priolo. L’audizione era prevista da tempo in quanto l’ufficio di presidenza dell’Antimafia ha convenuto sull’opportunità di svolgere alcuni approfondimenti sulla situazione dei comuni sciolti per mafia o sottoposti ad accesso ispettivo che tornano al voto alle amministrative del prossimo 11 giugno.

Il prefetto di Trapani, in particolare, sarà ascoltato sia sulla situazione nel comune di Castelvetrano, dove è in corso un accesso ispettivo, sia nell’ambito dell’inchiesta, che l’Antimafia sta portando avanti da mesi, sui rapporti tra mafia e massoneria.

E’ molto probabile che al prefetto di Trapani vengano poste dai parlamentari domande anche sulla vicenda che sta scuotendo il mondo politico siciliano e in particolare sull’inchiesta a due armatori che coinvolge due indagati ‘eccellenti’ per concorso in corruzione: la sottosegretaria alle Infrastrutture, Simona Vicari, che ieri si è dimessa e il governatore della regione siciliano, Rosario Crocetta.

La campagna elettorale per le amministrative in Sicilia è già stata movimentata giovedì scorso dalla richiesta di soggiorno obbligato per l’ ex sottosegretario all’ Interno Antonio d’ Alì. Ieri è stato arrestato, ai domiciliari, il candidato sindaco di Trapani Girolamo Fazio.