Beni per un valore di circa tre milioni di euro sono stati confiscati ieri al presunto boss Filippo Coppola, detto “U Prufissuri”, considerato vicino a Vincenzo Virga e Matteo Messina Denaro. L’operazione è stata condotta dal Nucleo investigativo del comando provinciale dei carabinieri di Trapani, insieme al servizio centrale del Ros, in esecuzione del provvedimento emesso dalla sezione misure di prevenzione del tribunale di Trapani, su richiesta della Dda di Palermo.

Passano nella disponibilità dello Stato 7 terreni agricoli; 6 tra case e magazzini; un’impresa agricola individuale; 13
rapporti bancari; 4 polizze assicurative. I beni erano stati sequestrati dai carabinieri il 13 novembre 2013.

Filippo è il fratello di Girolamo Antonino Coppola, funzionario della Regione siciliana, indagato nel 2009 per associazione mafiosa nell’ambito dell’operazione denominata “Golem”.